Filmare e fare foto… come si fa?

Pratici consigli per chi parte da zero

Dagli smartphone alle Reflex, al giorno d’oggi ci sono molte soluzioni per tutte le tasche.

Se si prende dimestichezza con il mettere a fuoco, analizzare bene la scena e la sua luce, vuol dire che siamo in grado di fare dei video o foto buone.

Questa guida non può essere troppo approfondita, in quando tutti gli aspetti che abbiamo trattato in precedenza, sono molto tecnici e anche scientifici. Non a caso esistono scuole di fotografia, ma per quello che ci interessa ottenere, basteranno alcuni strumenti giusti, pratica e buon gusto.

Ecco alcuni esempi pratici di strumenti da usare:

Smartphone Top di Gamma
Alcuni modelli sono in grado di fare foto e video
di ottima qualità con cui poter partire.
Con un pò di post produzione possiamo migliorare molto il risultato finale.

Reflex / Mirrorless
L’argomento macchine fotografiche è molto complesso,
per cui iniziate solo se potrete dedicarci un pò di tempo, nella scelta del modello e sul suo utilizzo.
Una volta raggiunto un certo livello, potrete eseguire qualsiasi produzione.

Siamo finalmente arrivati all’annosa questione delle riprese video e delle foto!

Arrivati a questo punto, vi accorgerete che sarà tutto più semplice, con la sicurezza di un buon audio e delle luci direzionali, anche registrare diventerà un piacere, ma prima diamo qualche consiglio più specifico partendo dalle foto.

Prima di tutto vi consigliamo di attivare la griglia fotografica come in foto (sia da smartphone che da reflex)

In questo modo il contenuto della foto e l’allineamento sarà più facile da gestire.
Ricorda: il soggetto della foto dovrebbe sempre rientrare nei quadrati centrali e/o laterali (formando una croce), perché è la zona migliore che l’occhio vede a prima vista.
Toccando lo schermo è possibile gestire il fuoco, metti sempre a fuoco le zone più buie per costringere la lente a far entrare più luce, ottenendo una foto sicuramente più illuminata. Mi raccomando mano sempre ferma, le foto mosse non piacciono a nessuno! Dopo aver scattato controlla che la foto non sia venuta sfocata, mossa o troppo buia, se lo scatto parte già ottimo, non ci sarà bisogno di troppa post produzione (se non nessuna).

Parliamo ora dei video. Se ti sei già allenato con le foto, ritroverai qui gli stessi principi, ma convertiti in riprese continue e soprattutto in movimento!

Un cavalletto o un Jimball diventano adesso necessari per non avere riprese mosse, a meno che tu non voglia fare solo registrazioni con ripresa fissa.
Ricorda: movimenti sempre lenti e stabili creano un video guardabile, velocizzare o rallentare una ripresa si può sempre fare in post produzione, ma se non si vede o capisce niente non si può migliorare nulla!

Vuoi iniziare?

Vorresti conoscere tutti gli aspetti per produrre contenuti in maniera autonoma?

Potremmo aiutarti nel tuo caso specifico!

Visita la pagina dei nostri Corsi o richiedi una consulenza gratuita cliccando qui sotto!

clicca qui per la tua consulenza gratuita